Beccati ‘sto schizzo: i tattoo shop di Milano

Questo articolo è stato scritto da Zero in collaborazione con Jameson Irish Whiskey.

DOVE FARSI MARCHIARE LA PELLE CON STILE

Perdoname madre por mi vida loca”, ha detto un nostro caro amico dopo l'ennesimo tatuaggio. E giù a coprire con maniche lunghe d'estate in ufficio e ai pranzi ufficiali di famiglia. Gli anni passano e la percezione sociale del tatuaggio muta radicalmente: avvocati con giapponesi ruggenti sul bicipite e mamme con passeggino e schiena con dragoni non sembrano più troppo un problema. Milano si conferma una delle città più attive su questo versante, con una miriade di tattoo shop che continuano a proliferare e a fare tendenza all'interno di questo panorama. Stili e tecniche che si uniscono sotto il ronzio di centinaia di macchinette che continuano giorno dopo giorno a marchiare la nostra pelle. Chi lo fa per ricordare qualcosa, chi invece lo considera pura arte, chi lo fa a caso e poi si pente, l'importante è scegliere lo studio giusto, con l'artista esperto e professionale. In questa guida abbiamo selezionato i migliori tattoo shop meneghini dove potersi fare marchiare senza pietà: traditional, old school, giapponese, new school o black & white, per tornare in ufficio o dalla mamma con una sorpresa in più.

Best of Times Via Anfossi, 6 Milano

Un amico si tatuò un robot anni 60. Stesura del colore perfetta, stile unico. “Stizzo”, dico io, è ovvio. Ancore, clessidre, teschi in tutte le salse, cuori sacri, velieri, aquile, pin-up, tigri e pantere, bizzarrie varie. Ce n’è per tutti i gusti: marinai spezzacuori, lestofanti pentiti e non, musicisti in cerca di gloria, patrioti accaniti, padri di famiglia, ragazze bene, ragazze male, disperati. Perdonami madre, ma sto andando a farne un altro. Davide “Boba” Grimoldi

The Saint Mariner Via Carlo Tenca, 10 Milano

La prima volta che ho visto un suo lavoro ho esclamato: “questo è un genio”. E a ben vedere Pietro Sedda genio lo è veramente. Un omone che lavora in uno studio a metà tra la galleria d’arte e il luogo esoterico, circondato da illustrazioni e cimeli vintage che ha raccolto nei suoi viaggi in giro per il mondo. Artista visionario, con uno stile unico e inconfondibile, se volete farvi tatuare da lui la lista d’attesa è lunga. I suoi lavori ricordano molto i surrealisti come Dalì e il maestro è sempre in continua evoluzione. Quando si dice arte.

The Backyard Electric Tattooing Via Gian Giacomo Mora, 14 Milano

Se vedete in giro persone che sfoggiano sirene antropomorfe e disegni surreali è tutta colpa – e quindi merito – de La Bigotta al secolo Anna Neudecker. Con le sue linee quasi impercettibili e i suoi disegni tra l’onirico e il reale è uno dei fiori all’occhialo di questo studio. Molti possono giudicare la sua delicatezza come troppo femminile ed eterea, ma sfidiamo chiunque a non volere un suo pezzo sull’avanbraccio. Tanti gli artisti presenti, ognuno con uno stile personale e molto autentico. Backyard Tattoo è una punta di diamante nel panorama milanese e non e se volete un vero pezzo d’arte questo è il vostro studio.

Red Couch Tattoo Shop Via Soncino, 1 Milano

Red Couch si chiama così perché all’ingresso troverete un divano rosso. È lo studio adatto per chi non si perde in fronzoli e sa che tipo di tatuaggio vuole. Il titolare e tatuatore Marco Tafuri è affiancato da un team di artisti eccellenti e riconoscibili per stile e impatto, che non ha paura di sperimentare, pur partendo da solide basi tradizionali. L’ispirazione arriva da ogni angolo del mondo, viaggiano frequentemente per fare guest ed esperienze a contatto con le realtà più contemporanee nel mondo del tattoo. Dei veri pionieri che tramite il loro stile di vita hanno saputo sintetizzare la formula perfetta per il vostro tattoo. Se siete amanti del genere potreste avere un animo skater che loro sapranno esprimere al meglio. Tenete d’occhio i guest d’eccezione sul loro profilo Instagram. Davide “Boba” Grimoldi

Satatttvision Via Alessandro Tadino, 3 Milano

Nel cuore di Porta Venezia, di recente apertura, Satatttvision è lo studio di tatuaggi più contemporaneo di Milano. Uno spazio molto attento al design e al mondo fashion, dove ogni dettaglio non è lasciato al caso e sembra quasi di essere a New York una volta varcata la soglia. Titolare è Mirko Sata, reso famoso dal suo stile unico e personale: marchio di fabbrica i suoi serpenti in bianco e nero, che si intrecciano e prendono vita in un vortice di forme geometriche e quasi tantriche. Molti gli artisti resident in questo studio: come l’originalissimo Trash Flash che tatua solo attraverso schematiche linee nere che danno vita ai flash più schizzati e pazzi che puoi vedere in giro. C’è uno stile per tutti qui dentro, basta fare un giro.

Roots Milano Corso S. Gottardo, 3 Milano

Roots è il posto dove vorresti passare tutto il pomeriggio, proprio come quei parrucchieri di una volta dove non si andava soltanto per farsi i capelli, ma anche per passare del tempo prendendosi cura di sé, tra chiacchiere e relax. Si trova in Porta Ticinese e la cornice di piante che si presenta all’ingresso vi farà subito venire voglia di entrare e avere a che fare con il team di professionisti molto disponibili e accoglienti. E non solo potete trovare l’artista adatto a voi scegliendo dall’assortito team di tatuatori molto validi, ma se vi viene voglia potrete anche farvi tagliare i capelli dall’altrettanto ben sortita squadra di hair stylist. Tra le punte di diamante vi segnaliamo Lucille Ninivaggi, tatuatrice senza sosta che abbandona il vecchio lavoro per dedicarsi con passione smisurata al mondo del tatuaggio. I suoi lavori, a mezza via tra l’onirico e il romantico, tra Frida Kalho e Tamara De Lempicka, attingono al mondo del tattoo traditional ma con un twist tutto suo. Colori vintage, linee bold e soggetti femminili sono i segni riconoscibili della sua arte. Un salone multifunzionale per chi ha voglia di dedicarsi alla moderna concezione del volersi bene e uscire sentendosi una persona nuova, sia fuori che dentro. Davide “Boba” Grimoldi

Oink Farm Via Pestalozzi, 10/24 Milano

Avventurandosi all’interno del curioso villaggio di via Pestalozzi, a due passi dal Naviglio, troverete uno studio di tatuaggi atipico. Dopo aver goduto del sentiero che vi porterà allo studio, attraversando loft e open space immersi nelle piante, verrete accolti in un’atmosfera piacevole e rilassante da Koji Yamaguchi e Zel Hand, i tatuatori. Oltre ad essere un tattoo shop eccellente, Oink Farm è anche uno spazio espositivo dove arte e creatività vi terranno incollati a gustare ogni dettaglio dello studio. Un luogo che supera gli stereotipi legati al mondo del tatuaggio e che offre una lunga lista di guest di un certo calibro, internazionali e non, tra cui, punta di diamante, l’italianissimo Ruco. Solo l’esperienza vale la pena di un giro in questo posto che ha del fiabesco. Davide “Boba” Grimoldi

Marchiaturificio Milano Tattoo Lab Via dell'Unione, 10 Milano

Questo studio di recente apertura, capitanato da Carlotta Monni, come suggerisce il nome è molto di più di un semplice tattoo shop: un inno alla storia e alla tradizione del mondo del tatuaggio, quando i primi negozi si chiamavano marchiaturifici e quello che importava era il significato di quel pezzo di storia personale con cui si decideva di marchiare la propria pelle per tutta la vita. Il Marchiaturificio è un laboratorio, una bottega del tatuaggio dove la scelta degli artisti non è casuale: la loro specialità è saper trasformare la vostra storia in un disegno che diventerà un simbolo da portare sempre con voi. Nicolai Lilin ha trovato qui la sua nuova dimora e tra cimeli di macchinette fatte a mano, collezioni di lame e gioielli Nove25, non potete farvi scappare l’occasione di entrare in questo piccolo museo a due passi dal Duomo.

Colors Tattoo Viale Corsica , 16 Milano

Li ho visti superare tutte le prove: dal ritratto di Padre Pio all’orso Yoghi che regge un capezzolo con aria maliziosa, fino al cuore trafitto dai sensi di colpa che dice: “Mamma, perdonami”. Si respira un po’ un’aria da Casa Vianello, tra battibecchi moderati e punzecchiature continue. In realtà è tutta una pantomima che serve a movimentare l’atmosfera. I ragazzi sono bravi e hanno voglia di divertirsi. Davide “Boba” Grimoldi

Amanda Toy Via Giovanni Rasori, 8 Milano

Bamboline rosa, unicorni frizzanti e sorridenti, cuori e arcobaleni gioiosi. No, non siete in preda a visioni post LSD, ma di fronte agli originalissimi lavori di Amanda Toy. Un universo onirico che questa artista trasforma in arte sulla pelle nel suo studio in via Rasori. La genovese viene copiata in tutto il mondo ma a noi piace supportare solo lei. Girlz Power!


LA STORIA DELLA NOSTRA PRODUZIONE

Jameson Irish Whiskey

Come puoi immaginare, produrre un Irish whiskey blended che incontra i favori degli appassionati da oltre due secoli non è cosa da poco. Ma non preoccuparti, siamo riusciti a condensare più di 200 anni di coraggio, maestria e gradimento generalizzato dei sapori in un unico breve racconto. Eccoti svelato il segreto che si cela dietro la nostra morbidezza inconfondibile, la nostra lavorazione e i nostri artigiani.