Ma quanto ci piace il whiskey irlandese: caratteristiche e come berlo nel miglior modo possibile

Ti stai avvicinando solo ora all’ambrato mondo del whiskey e non sai da dove partire? Buone notizie, perché potresti rimanere sorpreso dal numero di persone che sperimentano il whiskey irlandese proprio come primo approccio a questo distillato. Per poi non riuscire più ad uscirne. 

 E se poi ti chiedi come degustare il whiskey sei nel posto giusto. Sono tanti gli abbinamenti di whiskey e cibo possibili, soprattutto considerando che Jameson Irish Whiskey propone inoltre ben tre whiskey irlandesi per accontentare proprio tutti i palati. Ti abbiamo fatto venire l’acquolina in bocca? Bene, ecco come bere il whiskey, con che piatti abbinarlo e perché scegliere la versione tradizionale irlandese del distillato.  

Sì, hai ragione

Il whiskey irlandese è effettivamente il migliore (no, non siamo di parte)

L’Irlanda è, insieme alla Scozia, la terra madre del whiskey. Esatto, non ci sono solo prati, pecore e birra. Inventato secoli fa, si dice per opera di San Patrizio (patrono dell’isola di smeraldo ma nato in Scozia), il whiskey è prodotto principalmente in queste due nazioni. Ciò che differenzia però il whiskey irlandese da quello scozzese è il tipo di distillazione che, nella nazione dei leprecauni (lepre…chi?!), è più lunga, elaborata (tre volte invece di una) e avviene usando strumenti diversi.

Le caratteristiche del whiskey irlandese che lo rendono speciale ruotano attorno al suo gusto. L’aroma e la sensazione che lascia in bocca il whiskey Jameson sono morbidi e vellutati. Essendo un distillato forte ma accessibile, quello irlandese rappresenta la soluzione perfetta sia per i principianti che per gli intenditori del whiskey e, non a caso, risulta il più bevuto. Si, hai capito bene: non hai scampo.

jameson bar min aspect ratio 1 1
Con moderahahah…azione

Come degustare il whiskey

Se vuoi davvero apprezzare tutte le sfumature del whiskey irlandese devi prima di tutto sapere che bere whiskey è un’arte e, come tale, prevede delle regole: la degustazione del whiskey deve essere fatta lentamente.

Siediti comodamente, rilassati e abbandonati al gusto per non meno di 30 minuti, ma nemmeno per più di 7 ore; il whiskey deve essere servito in un bicchiere apposito, il Glencairn, poiché, grazie alla sua ampiezza, consente all’olfatto di apprezzarne l’odore, prima ancora di raggiungere le papille gustative; la temperatura ideale che permette di assaporare appieno tutte le caratteristiche del whiskey oscilla tra i 18 e i 20 gradi, perciò non conservarlo in frigo e evita di aggiungervi ghiaccio; il whiskey irlandese si presta a molte sperimentazioni, sia da liscio (hai mai provato Jameson Caskmates IPA Edition con il suo abbinamento whiskey e birra?), che miscelato in versione cocktail. Visita la sezione Cocktail & Ricette dedicata ai migliori drink col whiskey prima di organizzare la tua prossima festa!

Indeciso su quale scegliere? Scegli il verde irlandese e gusta Jameson Irish Whiskey o il nostro fuoriclasse: Jameson Black Barrel.

screenshot 2022 07 26 at 12.30.39 aspect ratio 1 1
Golosone…

Whiskey e cibo: i migliori abbinamenti

Un modo alternativo e sfizioso per gustare il whiskey irlandese è quello di associarlo al cibo, un’usanza ancora purtroppo poco diffusa in Italia ma che siamo sicuri prenderà col tempo sempre più piede.
Il gusto intenso del whiskey riesce a esaltare soprattutto piatti molto speziati e dal sapore forte, ma non solo. Cosa offre la carte?
– un antipasto con una selezione di formaggi semi stagionati (caciotta, scamorza, taleggio), in grado di armonizzarsi perfettamente con il whiskey;
– un primo piatto di risotto alla milanese con coda alla vaccinara;
– un secondo piatto di pesce a scelta tra salmone affumicato o aringa;
– come dolce abbiamo dei pezzi di cioccolato fondente ripieni di nocciole intere.

Vabbè, dovremo mica aggiungere altro?

the bumble bea card
the bumble bea card
Si ma…

Quanto whiskey posso bere al giorno?

Per quanto sapere come degustare un whiskey sia importante per apprezzarlo al meglio, è altrettanto giusto notare che si tratta di un alcolico da bere con moderazione. Ripeti insieme a noi: non posso esagerare, non posso esagerare, non poss… non posso.

Per stabilire quanto whiskey bere, bisogna quindi considerare che questo distillato contiene una percentuale alcolica che raggiunge il 40% vol. Perciò, anche se non si soffre di particolari patologie, i medici consigliano di consumarne in quantità limitata, circa 40-80 ml (pari alla quantità contenuta in un bicchiere da shot).

D’altronde con il whiskey non è la quantità a fare la differenza, ma la qualità del prodotto, il modo in cui viene servito e il tempo in cui è degustato. Prova il sapore della tradizione irlandese di Jameson Irish Whiskey e vai a shottino sicuro!

sfondo mobile ecrm bb2
earl 8911 scaled aspect ratio 1 1