Valori nutrizionali

Informazioni nutrizionali, calorie, grado alcolico del whiskey… sì, parlo proprio con te! 

Finalmente è arrivato il fine settimana, e insieme ad esso anche la voglia di divertirti con gli amici. Un giro in centro città, un paio di partite a carte, qualche discussione su cosa fare in quel weekend di fine mese, e un bell’aperitivo in compagnia a base di whiskey: a proposito, hai studiato come servire al meglio Jameson Whiskey per non farti trovare impreparato, ma per caso sai anche cosa c’è esattamente nel tuo bicchiere? 

Il whiskey è un superalcolico che parte dalla fermentazione di cereali (orzo, mais, segale e frumento) o dal malto, e viene prodotto, aggiungendo a questi, acqua e lieviti. 

E soprattutto, puoi apprezzare con moderazione la variante che preferisci dei nostri Jameson Irish Whiskey. Con mo-de-ra-zio-ne. 

Le informazioni nutrizionali sul whiskey ci informano che, nonostante il suo alto potenziale alcolico, il whiskey è tra i distillati più dietetici che ci siano, almeno per quel che riguarda il rapporto calorie/alcol. Niente più segreti al dietologo, quindi, ma attento a non esagerare! 

Whiskey: informazioni nutrizionali e nomi bizzarri 

Seppur buono e piacevole da gustare, dobbiamo darti una pessima notizia: il whiskey non potrà mai sostituire per valori nutrizionali un piatto di pasta o del pesce fresco. La nostra cara bevanda, infatti, non contiene proteine, grassi o carboidrati ma soltanto acqua, alcool e vari congeneri, utili per donare al whiskey il suo tipico sapore e aroma. Dal punto di vista puramente nutrizionale, quindi, il whiskey apporta solo alcune molecole antiossidanti di natura fenolica. Ci accontentiamo…  

Come altri distillati, anche il whiskey contiene varie sostanze aromatizzanti. Tra queste, ci sono una serie di nomi veramente simpatici: 

  • composti carbonilici 
  • alcoli 
  • acidi carbossilici 
  • esteri di azoto o zolfo 
  • tannini 
  • altri composti fenolici 
  • terpeni 
  • composti eterociclici contenenti ossigeno 
  • esteri degli acidi grassi 
  • composti azotati (piridine, metilpiridine e pirazine) 

Nomi bizzarri a parte, Jameson Whiskey ha un gusto e una consistenza vellutata, apprezzata da tutti, compresi quelli che non hanno mai sentito pronunciare nessuno degli elementi nella lista! 

La matematica incontra i distillati: gradazione alcolica Whiskey 

Bene, sappiamo che sei arrivato fino a qui solo per conoscere questo tipo di informazione. 

 

Il whiskey è un distillato dalla percentuale alcolica che di solito raggiunge il 35-40% vol. A causa della sua alta gradazione, il whiskey, per quanto scenda facilmente e acquisti di più se associato a del buon cibo e a un’ottima compagnia, non deve essere consumato in grandi quantità. Per essere precisi, gli esperti suggeriscono un’assunzione massima pari a 40-80 ml/die, ovvero un bicchierino piccolo. No, non grande: piccolo, esatto. 

In particolare, nelle tre varianti di Jameson Irish Whiskey i gradi alcolici sono pari al 40% e la quantità di alcol contenuta in 30 e 100 ml corrisponde a: 

 

Insomma, stesso valore alcolico ma diverso, e unico, sapore. Quale sarà il prossimo che proverai?   

Sì, hai capito bene: anche il whiskey ha delle calorie. Quante? 

Per scoprire l’esatto contenuto calorico di un bicchiere di whiskey, devi tenere conto della gradazione alcolica del distillato, perché aumentando l’alcol anche le sue calorie salgono. 

In generale, il whiskey è meno calorico di vino o birra perché contiene molto meno zucchero, zero grassi o carboidrati. 

Anche se la concentrazione di zucchero aumenta man mano che il whiskey matura nella botte, il suo contenuto si attesta su meno di una caloria per bottiglia di whiskey con gradazione alcolica del 40%. Ti stiamo vedendo mentre ti sfreghi le mani. 

Inoltre, sebbene il processo di distillazione riduca il whiskey ai soli acqua, alcol e aromatizzanti, le calorie ingerite bevendolo deriveranno quasi interamente dall’alcol. Ciò significa che l’alcol è più calorico rispetto a proteine ​​e carboidrati, ma contiene meno calorie rispetto ai grassi. L’apporto calorico del whiskey è di circa sette calorie per grammo. 

 Prendendo di nuovo come riferimento una quantità di 30 ml, un bicchierino di Jameson Irish Whiskey apporta 66 Kcal. Salendo invece a 100 ml, le calorie immesse arrivano a 221. 

Nessuno vorrebbe pensarci mentre ordina un drink ma i cocktail, dal momento che comprendono anche altri liquori o succhi, contengono molte calorie. Due esempi di cocktail col whiskey? 

L’intramontabile Old Fashioned di calorie ne ha 206 per bicchiere, mentre conta 153 calorie il Whiskey Sour. 

Non resistere alla tentazione e prepara da te un cocktail a base di Jameson Irish Whiskey lasciandoti ispirare dalle nostre facili ricette! Dopo tutto, le palestre esistono anche per questo! 

 

Per ulteriori informazioni, consultare www.wise-drinking.com

JAMESON ORIGINAL
40% vol
per 30 ml per 100 ml
Energia (Kcal)
66 221
Alcool (g)
9.6 32
Grassi (g)
0 0
di cui acidi grassi saturi (g)
0 0
Carboidrati (g)
0 0
di cui zuccheri (g)
0 0
Proteine (g)
0 0
Sale (g)
0 0
Ingredienti
Irish Whiskey (distillati di cereali e malto), acqua, colorante: caramello semplice Irish Whiskey (distillati di cereali e malto), acqua, colorante: caramello semplice
logo gravidanza
JAMESON BLACK BARREL
40% vol
per 30 ml per 100 ml
Energia (Kcal)
66 221
Alcool (g)
9.6 32
Grassi (g)
0 0
di cui acidi grassi saturi (g)
0 0
Carboidrati (g)
0 0
di cui zuccheri (g)
0 0
Proteine (g)
0 0
Sale (g)
0 0
Ingredienti
Irish Whiskey (distillati di cereali e malto), acqua, colorante: caramello semplice Irish Whiskey (distillati di cereali e malto), acqua, colorante: caramello semplice
logo gravidanza
JAMESON CASKMATES IPA EDITION
40% vol
per 30 ml per 100 ml
Energia (Kcal)
66 221
Alcool (g)
9.6 32
Grassi (g)
0 0
di cui acidi grassi saturi (g)
0 0
Carboidrati (g)
0 0
di cui zuccheri (g)
0 0
Proteine (g)
0 0
Sale (g)
0 0
Ingredienti
Irish Whiskey (distillati di cereali e malto), acqua, colorante: caramello semplice Irish Whiskey (distillati di cereali e malto), acqua, colorante: caramello semplice
logo gravidanza