La nostra storia

La storia del Jameson Whiskey

LA NOSTRA STORIA

Nel 1780, John Jameson ha messo a punto una tecnica di produzione dell’Irish whiskey a cui noi ci atteniamo diligentemente e orgogliosamente ancora oggi.

Come puoi immaginare, produrre un Irish whiskey blended che incontra i favori degli appassionati da oltre due secoli non è cosa da poco. Ma non preoccuparti, siamo riusciti a condensare più di 200 anni di coraggio, maestria e gradimento generalizzato dei sapori in un unico breve racconto. Eccoti svelato il segreto che si cela dietro la nostra morbidezza inconfondibile, la nostra lavorazione e i nostri artigiani.
 
Sine Metu

Il motto della nostra famiglia, Sine Metu

Rispettando questo motto di famiglia sin dal principio siamo riusciti a continuare la nostra produzione di whiskey sopravvivendo a due guerre mondiali, una guerra civile irlandese e persino al Proibizionismo americano. Queste parole ci hanno inoltre aiutato a scoprire nuove possibilità, a fare nuovi incontri e a individuare nuove tecniche di produzione.
Il motto della famiglia Jameson ha un significato talmente elevato per noi che lo riportiamo a chiare lettere su ogni bottiglia. E questo ci aiuta a non dimenticarci mai di questa esortazione.
il nostro processo di lavorazione

Ingredienti locali

Il Jameson Irish Whiskey si prepara creando una miscela di ricchi whiskey pot still prodotti con orzo maltato e non maltato e dei migliori whiskey di cereali, entrambi distillati tre volte per ottenere le nostra tipica morbidezza.
Se l’orzo che utilizziamo cresce in un raggio di 160 km intorno a Midleton, l’acqua proviene invece dal fiume Dungourney, che scorre proprio accanto alla nostra distilleria. E parliamo di un elemento piuttosto fondamentale nel nostro caso, perché il termine “whiskey” in irlandese altro non significa che “uisce beatha”, vale a dire “acqua di vita”. L’orzo lo troviamo dietro l’angolo, l’acqua fuori dalla finestra, ma il mais cresce solo dove batte il solleone, e, considerato che il clima irlandese è noto per essere tutto fuorché tropicale, collaboriamo con un agricoltore nel sud della Francia per ricevere tutto il mais non OGM che ci occorre.
INGREDIENTI

Tre è la parola magica

Dimentica tutti i significati simbolici associati al numero sette: l’inconfondibile morbidezza dei nostri prodotti è legata al processo di tripla distillazione. Questo è il metodo su cui il nostro fondatore John Jameson ha costruito la sua fama e l’eredità che il nostro Capo Distillatore Brian Nation ha custodito preziosamente fino a oggi.
Di fronte a questa informazione, gli spiriti più curiosi si chiederanno probabilmente perché allora non eseguiamo anche un quarto passaggio di distillazione. In effetti, abbiamo fatto qualche esperimento in questa direzione all’inizio della nostra attività, ma meno se ne sa, meglio è! Tre è senza dubbio il numero magico e non abbiamo alcuna intenzione di abbandonarlo.
I NOSTRI BOTTAI

Il segreto dell’invecchiamento

Anche se i prodotti Jameson sono irlandesi fino al midollo, il nostro Capo Bottaio Ger Buckley si rivolge ad amici negli Stati Uniti e in Spagna per reperire le botti in cui invecchia il nostro whiskey.
La prima fase della loro vita trascorsa a contenere bourbon e vino fortificato ne garantisce la stagionatura e le prepara a trasmettere un po’ dei loro aromi di legno tostato, vaniglia e sherry dolce al nostro whiskey.
INVECCHIAMENTO

Quindi cosa deve avere un Irish whiskey per potersi definire veramente “Irish whiskey”?

C’è una legge piuttosto severa che impone ai superalcolici di invecchiare per almeno tre anni sull’isola irlandese per godere del grande onore di fregiarsi della denominazione “Irish”.
Sebbene il tempo stabilito per l’invecchiamento dal nostro Capo dell’invecchiamento Kevin O’Gorman non sia identico per tutte le botti, il 2% del nostro whiskey si dissolve per evaporazione ogni anno. Noi definiamo questo processo l’“Angel’s Share” e dopo più di 230 anni di successi, pensiamo che anche gli angeli abbiano diritto al loro giro di bevuta!
PRODUZIONE

Dal chicco al bicchiere

Jameson è sinonimo di un’unica distilleria e questo ci consente di mantenere il controllo completo su tutto il processo produttivo, dal chicco al bicchiere.
Quando arriva il momento della miscelazione, il Capo Miscelatore Billy Leighton utilizza solo whiskey cresciuti tra le mura della nostra distilleria. Di conseguenza, siamo in grado di produrre una vasta gamma di whiskey diversi, senza dover bussare alla porta di altre distillerie. Molti altri celebri marchi di whiskey miscelano prodotti che provengono da distillerie diverse. Non vogliamo sostenere che il nostro sia il metodo migliore, semplicemente noi lavoriamo in questo modo.
VIENI A TROVARCI

Vieni a scoprire di più

Ora che abbiamo stuzzicato un po’ le tue papille gustative, non ci resta che invitarti nelle nostra Jameson Distillery Bow St. o Jameson Distillery Midleton per svelarti altre curiosità. Per procurarti i biglietti, trovare altre informazioni e capire come organizzare il tuo viaggio, seleziona il collegamento di seguito.
ourstory_visitus_moretext